La virtualizzazione dei data center e le figure professionali di cui le aziende hanno bisogno

Con la virtualizzazione del data center, le aziende hanno la possibilità di eliminare le macchine e le risorse di tipo fisico, che possono incorrere facilmente in problemi, rallentamenti, blocchi, danni, perdita di dati. RAM, elementi di storage dei dati, applicazioni e tutto ciò di cui le aziende hanno bisogno per il loro business sono virtuali, più facilmente gestibili, eliminando alla radice ogni problema, riducendo i costi, rendendo possibile un business fluido, costante, senza più alcun tipo di intoppi. Non solo, il bello della virtualizzazione del data center è che consente di ottenere una flessibilità che prima invece era del tutto impossibile. Flessibilità significa avere la possibilità di seguire e soddisfare quelle che sono le rinnovate esigenze delle aziende di oggi, aziende che sono in continuo movimento e trasformazione, che possono avere bisogno nel corso degli anni ad esempio di inserire nuove linee di business nel proprio piano di sviluppo o che possono avere bisogno di ampliare la memoria di storage per far fronte a carichi di lavoro sempre più intensi.

Tutto questo è vero, ma è vero anche che una volta creato il data center virtuale ha bisogno di un monitoraggio costante. Sapete quanti tentativi di attacchi hacker le aziende possono subire nel corso degli anni? Sapete quanti di questi tentativi vanno a buon fine? Sapete quanto sono elevate le possibilità da parte delle aziende di perdere comunque i dati sensibili a seguito di una violazione della sicurezza? Questi sono tutti eventi che le aziende devono necessariamente tenere alla lontana. Possono farlo assumendo, come collaboratori esterni oppure come veri e propri dipendenti interni, degli esperti di virtualizzazione e gestione dei data center. Si tratta di figure professionali del tutto nuove, proprio come nuova è la virtualizzazione, che consentono alle aziende di evitare alla radice ogni tipo di problema o inconveniente e di rendere il data center sempre del tutto operativo, senza mai rallentamenti nella propria attività quindi o blocchi che comportano perdite di tempo e di soldi che nessuno oggi come oggi vuole dover vivere.

Gli esperti virtualizzazione e gestione dei data center sono figure professionali sempre più ricercate insomma. Ma che cosa guardano le aziende al momento di scegliere un candidato piuttosto che un altro? Le aziende non possono di certo basarsi solo su ciò che il candidato afferma di saper fare né esclusivamente sulle sue eventuali passate esperienze lavorative. Certo, anche questi sono elementi da prendere in considerazione al momento di un colloquio, ma potete stare certi che le aziende guardano soprattutto alle certificazioni. Potete anche essere più bravi di molte altre persone, ma se non siete in possesso di una certificazione che attesti le vostre competenze non andateci neanche a fare quel colloquio di lavoro, perché l’azienda non vi assumerà. Che cosa dovrebbe fare infatti? Farvi fare una prova, un periodo di affiancamento, un aggiornamento delle vostre competenze di tasca propria? Capite che questo per un’azienda significa perdete tempo e soldi, che questo per un’azienda è un vero e proprio rischio perché voi poi potreste anche non rivelarvi davvero all’altezza. Sì, le aziende hanno bisogno di certificazioni, aggiornate ovviamente in modo costante.

Coloro che oggi come oggi vogliono sperare di poter lavorare in questo campo, devono ad esempio ottenere la certificazione certificazione VCP-NV 2019, seguendo un buon Corso VMware NSX che prepari all’esame e che consenta di superarlo senza alcun tipo di difficoltà. Quali caratteristiche deve possedere un buon corso di formazione? Deve essere un corso che non sia meramente teorico, ma che anzi preveda molta pratica, oltre allo studio dei casi d’uso e delle varie funzionalità. La pratica deve essere fruibile tramite laboratorio, meglio se disponibile da remoto, in modo che sia possibile assumere sulle proprie spalle le giuste competenze in ogni momento della giornata e soprattutto da ogni luogo, anche quindi da casa, dal parco, della spiaggia, purché si abbia a disposizione un device portatile e una connessione internet. Come è facile capire, lo studio diventa in questo modo nettamente più performante rispetto ai laboratori che sono disponibili solo ed esclusivamente in aula. Anche le lezioni in modalità e-learning da remoto insomma sono una caratteristica che rende il corso eccellente, sì perché in questo modo si ha la possibilità di non doversi muovere da casa perdendo tempo, si ottimizza lo studio, si rende possibile aggiornarsi e formarsi da un ambiente in cui ci si sente del tutto a proprio agio.