Cose da sapere prima di installare una porta blindata

Cose da sapere prima di installare una porta blindata

Se vuoi innalzare ulteriormente la protezione della tua abitazione la porta blindata è la soluzione migliore contro ladri e malintenzionati. La porta blindata rinforza la cosiddetta difesa passiva, necessaria dopo il moltiplicarsi di furti ed effrazioni nelle case e nelle villette. La porta blindata però va scelta in base a precise caratteristiche, che determinano il livello di protezione e di sicurezza della propria abitazione. In base alle norme Uni Env 1627 si possono individuare 6 classi di qualità che determinano il livello di sicurezza in ordine crescente. In un appartamento di condominio è sufficiente la classe 2; la classe 3 è indicata per proteggere una casa con molti beni di valore e di lusso; per le villette isolate è consigliabile la classe 4. Per stabilire la classe le porte blindate vengono sottoposte a 3 test: resistenza al carico statico, resistenza al carico dinamico e resistenza all’attacco manuale.

La porta blindata è composta da alcuni elementi specifici che ne garantiscono il perfetto funzionamento. Tra i più importanti ci sono la serratura, il cilindro di sicurezza, le zanche incassate nella muratura, i montanti di rinforzo e le lamiere interne ed esterne. Le porte blindate, in base al modello e al brand, possono presentare delle caratteristiche aggiuntive come la serratura motorizzata a gestione elettronica, la resistenza al fuoco, l’apertura col telecomando, l’apertura col riconoscimento dell’impronta digitale ecc.

L’installazione della porta blindata è una fase molto delicata e richiede una grande attenzione per assicurare il giusto livello di protezione. Per prevenire i tentativi di scasso ed effrazione è di fondamentale importanza fissare il telaio al muro, creando così un unico blocco compatto impossibile da scardinare. Al bordo del telaio vengono saldate delle zanche in acciaio che penetrano nel muro di circa 10-15 cm, fissate con cemento a presa rapida. Alcune pareti, ad esempio quelle realizzate in laterizio o in muratura, possono risultare troppo fragili. In questi casi è opportuno rafforzarle con una rete metallica elettrosaldata, da applicare internamente intorno all’apertura della porta e collocata alla muratura esistente.

Altri elementi fondamentali per la porta blindata sono il cilindro e la serratura, che devono essere dotati dei giusti sistemi antieffrazione. Il cilindro deve presentare la cifratura unica della chiave ed essere dotato di dispositivi antitrapano, dispositivi antimanipolazione e dispositivi antistrappo. Un altro elemento di cui deve essere dotata la porta è la marcatura CE, che è obbligatoria e regolata dalla norma En 14351-1. In base al decreto legislativo 192/2005 la porta deve rispondere anche a requisiti di efficienza energetica ed isolamento termoacustico.

Per chi ha la necessità di acquistare una porta blindata a Udine e provincia segnaliamo Gioma srl inVia Remis, 50, 33050 San Vito al Torre (UD).