L’esame per la certificazione CCNA Routing and Switching

L’esame per la certificazione CCNA Routing and Switching

Avere delle certificazioni informatiche è di fondamentale importanza per tutti coloro che vogliono lavorare nel settore dell’ICT. I curricula che sono privi di queste certificazioni vengono scartati infatti a priori dalle aziende alla ricerca di nuove figure professionali, aziende che non hanno né il tempo né i fondi per investire nella formazione dei dipendenti, aziende che vogliono assumere qualcuno che abbia già appreso tutte le competenze necessarie e che sia quindi pronto a mettersi subito al lavoro. Non solo, le aziende senza queste certificazioni dovrebbero scegliere un candidato ad occhi chiusi, semplicemente credendo nelle sue abilità e nella sua passione per questo settore, un rischio questo che nessuna azienda intelligente deciderebbe di correre.

Tra le certificazioni informatiche oggi in assoluto più richieste dobbiamo ricordare la certificazione Cisco CCNA Routing & Switching Esame 200-125, che consente di certificare le proprie competenze ed abilità nella progettazione, installazione, configurazione, e ovviamente anche diagnostica, delle reti aziendali di piccole e medie dimensioni e dei servizi di networking, tra cui anche le tecnologie WAN per poter connettere più reti LAN tra loro e comunicare quindi anche con uffici remoti. Si tratta di una delle certificazioni informatiche oggi più richieste perché nessuna azienda, nessun ufficio, nessuna fabbrica può fare a meno di avere una rete LAN e di mettere in connessione tra loro più device e perché oggi molte realtà, persino quelle di piccole dimensioni, hanno anche sedi distanti geograficamente dalla sede principale e lavoratori che operano direttamente da casa o da remoto.

Per ottenere questa certificazione è necessario sostenere un apposito esame, l’esame 200-125 CCNA che consiste in un test della durata di 120 minuti con 50-60 domande in lingua inglese. Alcune domande sono a risposta multipla, altre invece sono con associazione di testo con metodo drag and drop, altre infine sono delle vere e proprie simulazioni pratiche. Si tratta insomma di un esame complesso e proprio per questo motivo è di fondamentale importanza seguire un buon corso CCNA che consenta di arrivare all’esame preparati in modo impeccabile. Il corsista arriva all’esame tranquillo, consapevole infatti di avere seguito un corso che lo ha preparato al meglio, quella tranquillità che offre mente fredda e razionalità, quella tranquillità che insieme alle competenze apprese consente di superare l’esame a pieni voti.

Affinché tutto questo sia possibile è importante che il corso CCNA non sia solo ed esclusivamente teorico. La pratica deve anzi essere messa al primo posto, perché è solo progettando, configurando e intervenendo su quante più reti possibile che si ha l’opportunità di imparare davvero e di apprendere ogni nozione necessaria per entrare a testa alta in questo settore lavorativo. Inoltre è bene che la pratica sia accessibile anche da remoto e 24 ore su 24, così che ogni corsista possa decidere quanto tempo dedicare allo studio, in quali fasce orarie studiare, gestendo al meglio il proprio tempo e focalizzando davvero l’attenzione in modo impeccabile sul proprio apprendimento.

Sono oggi disponibili corsi CCNA che possono essere fruiti direttamente in aula, ma anche corsi che possono essere seguiti in videoconferenza, con la possibilità quindi di apprendere anche direttamente da casa ma sempre in diretta, insieme quindi al docente e agli altri corsisti. Grazie alla possibilità di scegliere tra queste due diverse tipologie di apprendimento, tutti hanno accesso alla formazione, anche coloro che vivono molto lontano dalla sede del corso.